Hike011 - Alta Engadina: da Saint Moritz a Maloja

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Distanza: 21,5 Km

Dislivello: +174m / -124m

Percorrenza: 8h20'

Velocità media: 2,6 Km/h


Dopo tante tappe con un dislivello significativo, eccone una facile facile, nonostante la lunga distanza di oltre venti chilometri. Baciati dal bel tempo, parcheggiamo al Passo Maloja e utilizzando l'Autopostale raggiungiamo Sankt Moritz, punto di partenza della nostra escursione odierna. Trascurando la mondanità del luogo, dalla stazione ferroviaria scendiamo al lago, che iniziamo a costeggiare in senso orario, dove incontriamo gente di ogni tipo: dalle famiglie coi bimbi e i passeggini, agli anziani, agli sportivi in tenuta atletica... una passeggiata per tutti.

Il nostro obiettivo è di rientrare a Maloja costeggiando tutti i laghi dell'Engadina. Ci imbattiamo in un concorso ippico, poi nell'incredibile selva di farfalle colorate di Silvaplauna, coi suoi kite-surf che colorano in lago. Una distesa di colori, teli colorati, persone in tuta da bagno incolonnate per tuffarsi in acqua. Poi le acrobazie, i salti, ma anche le rovinose trascinate nell'acqua. Una folla numerosa si è radunata qui solo per questo. Così le varie cime che abbiamo ai nostri lati sono solo di contorno allo spettacolo di questi funamboli che giocano tra vento e acqua. Tant'è vero che abbandoniamo il lato destro dei laghi per avvicinarci a godere da vicino ed essere parte di questo spettacolo colorato.

Avvia la slideshow di Panoramio

Lasciato il lago di Silvaplauna, attraversiamo il borgo di Sils, dove troviamo dei giardini fioriti e una installazione di curiose statue in un giardino, omaggio all'artista Peter Leisinger. Ripartiamo a camminare dopo un breve ristoro e prima di raggiungere Isola ci imbattiamo in una coppia di amici americani, in prossimità di una breve asperità del sentiero equipaggiata di panchine panoramiche, con cui iniziamo a conversare. Con loro raggiungiamo il ristorante di Isola e ne approfittiamo per un drink. Manca poco al nostro arrivo.

Il sole inizia a nascondersi dietro alle nuvole che nel frattempo hanno iniziato a coprire il cielo, ma non ci impedisce di visitare la tenda indiana installata presso il campeggio in prossimità di Maloja, nonchè di imbucarci in una presentazione di manufatti del Sudamerica per scopi di beneficenza, che si svolgeva all'interno della vecchia chiesa sconsacrata di Maloja.

Alla fine della giornata c'è il tempo per pianificare il giro del giorno dopo al triplice spartiacque di Pass Lunghin, tenendo viva l'opzione di poterlo estendere anche alla cima di Piz Lunghin.

hike011 altimetria

Attachments:
Download this file (13-08-03 SMORITZ MALOJA.gpx)13-08-03 SMORITZ MALOJA.gpx208 Kb