Hike016 - Wasserauen, Seealpsee, Ebenalp

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Distanza: 8,9 Km

Dislivello: +987m / -277m

Percorrenza: 8h00' inclusa la lunghissima sosta al Berggasthaus Ebenalp

Velocità media: 1,1 Km/h


Ieri dopo tante camminate mi sono concesso un giorno di "relax". In realtà ho solo cambiato cantone... dai Grigioni al SanGallo, con un transito in Liechtenstein e Austria lungo il percorso, senza escludere una lavatrice rimediata in modo fortuito a Coira, per la quale ringrazio ancora Irene e le piccole Meta e Alma. Tutto condito dal brutto tempo, che si conferma anche oggi, in cui mi ritrovo a Wasserauen, pieno di speranza di raggiungere Ebenalp, ma con molti dubbi. Non piove, ma le nuvole basse non incoraggiano molto. Osservo che lungo il mio sentiero vi sono parecchi punti di riparo e ristoro e decido di sfidare il meteo.

Avvia la slideshow di Panoramio

Nonostante il grigiore e la temperatura piuttosto bassa, si riesce a camminare bene. Arrivo con facilità al lago Seealpsee di cui compio il periplo. Non sono il solo a camminare lungo il sentiero che costeggia il bacino d'acqua, ma c'è molto silenzio tutt'attorno. Passo in prossimità di Waldhütte prima di ritornare sui miei passi finno al bivio che mi impenna verso Ebenalp. Una salita continua e costante, non lunghissima mi permette di raggiungere il Berggasthaus Äscher che appare all'improvviso nella nebbia. Entro per ristorarmi e ne approfitto per acquistare un bel puzzle Ravensburger che immortala il medesimo rifugio e che regalerò ai miei nipoti al rientro a casa.

Mi riscaldo appena e riparto nella nebbia. Supero un passaggio impegnativo protetto da una struttura di legno che protegge il sentiero da possibili cadute di sassi. La parete è talmente verticale che il segnale GPS si ubriaca un po' e perde di affidabilità, ma il percorso è forzato e non ci si può sbagliare. Poco oltre trovo la Wildkirchli con una grotta addobbata a chiesa con tanto di altare e banchi. All'esterno della grotta un piccolo campanile ed un crocifisso. Appena oltre c'è una caverna più articolata, che bisogna obbligatoriamente attraversare per proseguire. Si tratta di una tana con resti preistorici di insediamenti di orsi e uomini di ere passate

Esco dall'altro capo della caverna... ormai sono a destinazione e inizia a piovere. Raggiungo rapidamente il rifugio di montagna sopra all'altopiano dove mi abbandono al pranzo e alla profonda lettura de "L'uomo che cade" di De Lillo. Leggo più in un pomeriggio che in tutti i giorni precedenti. La pioggia non cessa e il rientro a questo punto è forzato con la funivia, che in un battibaleno mi riaccompagna a Wasserauen per la notte.

hike016 altimetria

Attachments:
Download this file (13-08-09 ANELLO EBENALP 1.gpx)13-08-09 ANELLO EBENALP 1.gpx150 Kb